NON ERA L'ASSALTO ALLA BASTIGLIA.

Stampa
AddThis Social Bookmark Button
 Per  il lancio di lacrimogeni dal palazzo del ministero in via Arenula durante lo "sciopero europeo" di mercoledì scorso (14 11 12), e' stata disposta un'indagine interna per accertare la verità sull'episodio.
 E un fatto: dalle finestre del ministero di via Arenula sarebbero stati
sparati lacrimogeni contro gli studenti.






È l’impressione che danno due video girati.
Nel cortile interno del ministero era stata rinvenuta la capsula di un lacrimogeno. In un primo tempo non si era dato peso all'oggetto, ma alla luce di quanto emerso è stato consegnato ai carabinieri del Racis per analizzarlo e stabilire quale corpo delle forze dell'ordine abbia in dotazione quel tipo di lacrimogeno.
Il questore: "Erano nostri". Il sindacato: "Si usavano una volta nelle carceri". La procura di Roma indaga sugli scontri. Intanto il Partito democratico annuncia un'interrogazione al ministro dell'Interno Cancellieri



IL VIDEO DI REPUBBLICA.IT
 
 
 Non era certo la presa della Bastiglia! Eppure qualcuno ha sparato, non curante della illecita' dell'azione, lacrimogeni dal palazzo del ministero, certo, si devono appurare ancora le traiettorie, ma e' comunque chiaro che il materiale usato e' in dotazione di uno dei corpi delle forze dell' ordine, presumibilmente polizia penitenziaria, questi lacrimogeni vengono usati da parecchi anni ormai nelle sommosse dei carceri, come se la distinzione servisse, e' certo che dietro tutto questo c'e' una mente poco logica, sicuramente da individuare e giudicare.
Speriamo che la Severino colga l'occasione per mostrare il suo senso civico, morale e democratico!
Gli studenti, i precari, i disoccupati, tutte le categorie che in questo lungo periodo di crisi  sono scese in piazza per protestare e rivendicare, si comincia a domandare se viviamo in un paese democratico e se sono ancora rispettate le direttive costituzionali imposte dalla nostra Carta Costituzionale  e che  i padri fondatori della resistenza  ci hanno lasciato in eredita' per noi, i nostri figli ed i figli dei nostri figli.
Noi tutti che crediamo nella liberta', nella democrazia, nelle pari opportunita', nel rispetto della dignita' di tutti, nel rispetto della vita in primis, vogliamo segni tangibili che il sistema che vuole gestire la collettivita' sia affidabile e garante dei fattori costituzionali enunciati sopra.

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Privacy Policy

Gli applicativi software utilizzati possono contenere la tecnologia “cookie”. I cookies hanno principalmente la funzione di agevolare la navigazione da parte dell’utente. I cookies potranno fornire informazioni sulla navigazione all’interno del Sito e permettere il funzionamento di alcuni servizi che richiedono l’identificazione del percorso dell’utente attraverso diverse pagine del Sito. I cookies presenti negli applicativi software utilizzati sono di tipo anonimo e non sono riconducibili ai dati personali dell’utente. Per qualsiasi accesso al portale indipendentemente dalla presenza di un cookie, vengono registrati il tipo di browser (es. Internet Explorer, Netscape), il sistema operativo (es. Macintosh, Windows), l’host e l’URL di provenienza del visitatore, oltre ai dati sulla pagina richiesta. L’utente ha comunque modo di impostare il proprio browser in modo da essere informato quando ricevete un cookie e decidere in questo modo di eliminarlo. Ulteriori informazioni sui cookies sono reperibili sui siti web dei forniti di browser.

 Il mio sindacato non ha un nome “comune”, come gli altri (CGIL,CISL,UIL,FAILP,SAILP,UGL);il mio sindacato è aperto,tutti possono entrarvi senza permessi speciali e senza dazio;tutti possono uscire liberamente;il mio sindacato non ha clienti, a cui concedere o far concedere favori quotidiani;il mio sindacato è dei lavoratori,senza discriminazioni,tutti con eguali diritti;il mio sindacato non frequenta le stanze dei padroni postali per scambiare i diritti con le concessioni amichevoli e con i privilegi ai propri apparati;il mio sindacato non firma contratti nei quali si allea con il padrone per dare sanzioni disciplinari, per far lavorare di notte,di festa, a tutte le ore, negare le ferie,umiliare i malati … sostituire il salario con i premi, cancellare le pensioni,eliminare la scala mobile, limitare la democrazia;il mio sindacato odia la precarietà ed ha da sempre lottato per consentire ai precari il diritto al lavoro stabile,contro gli accordi di ieri e di oggi,sostenendone tutte le cause in tutta Italia;il mio sindacato non ha sposato la privatizzazione del servizio pubblico in nome del profitto e del mercato;il mio sindacato lotta per la pace ovunque, lotta per “distribuire diversamente la ricchezza”ovunque!Non confondere e non lasciarti confondere.Il suo nome è CobasPT Cub-USB


  • La Sede Nazionale, con tutte le funzioni centrali, è in MILANO 20131, via Teodosio n. 9. Il telefono 02 2663474 è disponibile prevalentemente come fax; per le emergenze, contattare il n. di cellulare 3394903262Di seguito i riferimenti operativiMauro, 3290813704 (DELEGHE e RAPPORTI TERRITORIALI); Roberto, 3405693585 (RELAZIONI con i LAVORATORI per PRATICHE AMMINISTRATIVE); Fefé, 3336597330 (PRATICHE DISCIPLINARI); Lara, 3332742031 (SETTORE RECAPITO); Stefania, 3389948781 (CONTABILITA' di CASSA); Manuel, 3518301138 (PRATICHE LEGALI GENERICHE); Paolo, 3355479286 (COLLABORAZIONI INTERNE); Mirella, 3331631979 (CAF e INFORMAZIONI BUSTA PAGA); Sonia, 3278249910 (RAPPORTI STAMPA ed ISTITUZIONALI).
  • Responsabile della Sicilia è Falzone Michelangelo, via R. Sanzio n. 12, Agrigento. Cellulare 333 2420260 
  • La sede di Brindisi è a disposizione per PUGLIA - BASILICATA - MOLISE. Il  referente  è  Astro Salvatore. Cellulare  3200219020.
  • Sui territori ove vi sono sedi CUB e/o USB - le confederazioni con cui collaboriamo - ogni nostro operatore può trovare ospitalità e agibilità per gli impegni locali, oltre alle assistenze di carattere istituzionale tipiche delle organizzazioni sindacali.
  • Tali sedi sono reperibili  sui rispettivi siti: www.CUB.it  e  www.USB.it.

 

Sede Nazionale: Via Teodosio, 9 - 20131 MILANO Tel/Fax 02-2663474 E-mail:cobaspt@tiscali.it - www.cobasptcub.it C.F. 97116840154 NON ERA L'ASSALTO ALLA BASTIGLIA..
Powered by Joomla 1.7 Templates
webcreator by CONTEROSSO76